VanTrip Summer 17 – Part 2 Tavira-Praia Dos Arrifes

Dopo la sosta a Cordova è ora di ripartire per la nostra metà, sveglia presto, scarico/carico dell’acqua e siamo in strada. Per fortuna il confine dista poche centinaie di km e quindi la tappa è breve. Passiamo di fianco a Siviglia e questo ci permette di ammirare la Giralda da distante, che meraviglia!

Una volta attraversato il fiume Guadiana, con la spettacolarità del suo ponte, arriviamo in Portogallo e già ne combiniamo una delle nostre, non ci fermiamo nell’area turistica dove si poteva associare la targa con le modalità di pagamento autostradale elettronico, e pensare che avevamo pure sottolineato sulla nostra guida l’area e questo passaggio! Usciamo alla prima occasione e ci mettiamo sulla strada statale…probabilmente meglio così, il nostro subconscio conosce i nostri gusti e decidiamo di proseguire il resto del viaggio evitando per tutto il Portogallo le strade ad alto scorrimento passando tra strade e stradine molto più slow che apprezziamo molto di più.

arrivati in algarve
Arrivati in Algarve!!

Prima tappa in Portogallo è Tavira, ci fermiamo subito ad un supermercato per prendere da mangiare e qualche birra portoghese, siamo della filosofia: paese che vai birra locale che provi. Ci affidiamo all’app di park4night per trovare un posto dove poter parcheggiare in riva al mare e troviamo un posto molto carino all’inizio di Tavira. La spiaggia è molto carina, poco turistica, si trova di fronte alle Ilha della laguna di Tavira mentre alle spalle si trovano i canali per portare l’acqua alle saline, insomma il posto ideale per rilassarci e riposare un po’. Queste poche ore di spiaggia (e di acqua gelata) ci hanno aperto un buchetto nello stomaco e quale posto migliore di una cittadina di mare per una cena di pesce?! Quindi doccia selvaggia sulla spiaggia, vestiti carini per l’occasione e ci dirigiamo in centro alla ricerca di un ristorante, non prima di un aperitivo a base di Sagres e lezioni di pronuncia portoghese con il cameriere. Quando viaggiamo ci piace imparare la lingua e la pronuncia del posto dove ci troviamo, l’inglese anche se molto utile e a tratti fondamentale, rende troppo asettica l’esperienza togliendo il piacere di imparare la musicalità delle lingue del mondo.

Dopo un paio di cerveja ed un ottima cena a base pesce e di specialità locali ci dirigiamo nuovamente in centro per fare un giro a piedi e goderci un po’ la serata tra le stradine, i saliscendi della città e le sue piazze.

Per la notte ritorniamo nel posto dove avevamo parcheggiato al pomeriggio, ultimo sguardo al cielo illuminato a giorno dalla luna e ci buttiamo a letto.

II risveglio è dolce, scaldato dai primi raggi di sole mentre dal letto guardiamo la laguna con la bassa marea, un’emozione unica che trasmette una sensazione di tranquillità e di calma assoluta. Colazione e un giro a respirare l’aria fresca del mattino, quando i nostri sguardi sono catturati da un Doblo’ italiano parcheggiato non lontano da noi che aveva qualcosa di familiare, un messaggio per capire se era un ragazzo che tramite il gruppo fb “Furgoni Camperizzati” aveva scambiato con noi qualche dritta per l’Algarve..sì era lui e la sua ragazza @vanbloforfun. Mi colpiscono sempre le coincidenze, strade e soste diverse e poi ci troviamo a dormire la stessa notte sulla stessa spiaggia. Quattro chiacchiere sul viaggio di andata, sul problema dell’autostrada portoghese e noi ripartiamo alla ricerca di una nuova spiaggia lasciandoli al loro meritato riposo.

IMG_20170810_073850_405

Attraversiamo Faro e la sua laguna e ci dirigiamo dopo Albuifera, vogliamo vedere le scogliere spettacolari della costa. La prima spiaggia dove ci fermiamo è la Praia di Galé, decisamente non male ma un po’ affollata per il facile accesso e le ampie spiagge che attraggono molte persone. E anche qui abbiamo combinato una delle nostre, ci siamo accorti di aver dimenticato la macchina fotografica e cellulari nel van quando eravamo pronti a fare la passeggiata nella parte ovest della spiaggia, la marea si stava alzando e non c’era tempo per andare a prenderla😢. La parte ovest è veramente molto bella in bassa marea, è fatto di scogliere basse e piccole piscine naturali nella roccia, grotte e piccoli passaggi tra gli scogli, una meraviglia.

Nota positiva il chiosco sulla spiaggia dispone di docce a gettone, non sono male e noi con tre euro siamo usciti belli e profumati dopo un giorno di oceano e spiaggia, una bella comodità che abbiamo trovato più volte sulle spiagge portoghesi per chi viaggia in van o con mezzi simili apprezzerà.

Usciti dalla doccia ci accorgiamo che ormai è ora di aperitivo per cui ci spostiamo verso Albuifera per cercare un posticino, ma è stato impossibile. Questa cittadina di mare dalle origine arabe è ormai invasa dai cliché del turismo, file di negozi per turisti da una parte e dall’altra file di ristoranti e pub con musica alta, abbiamo cercato nei stretti vicoli se ci fosse qualcosa nel nostro genere, ma purtroppo non abbiamo trovato niente. Un po’ amareggiati dal caos che ci circondava ci siamo quindi diretti verso la scogliera che avevamo scelto per la notte.

Arriviamo alla Praia dos Arrifes con i colori del tramonto, un incanto che ci rimette in pace con il mondo. Abbiamo anche la fortuna di trovare uno dei posti migliori dove parcheggiare, in modo da godere la vista dal soffietto sulle formazioni di arenaria tipiche dell’Algarve senza però disturbare il passaggio verso il vicino ristorante sul mare in modo da non creare problemi o disagi.

IMG_20170810_200355

Ci mettiamo comodi e Andrea comincia a preparare una delle sue specialità, hamburger con bacon, forse non un toccasana per la salute ma una botta di gusto. Mangiamo di gusto e dopo cena ci sediamo sulla scogliera a goderci il panorama e i suoni che la natura ci offre.

Dormire sulla scogliera è qualcosa di sensazionale, cullati dal rumore delle onde della marea che si alza,ed il risveglio non è da meno…le foto parlano da sole, semplicemente fantastico e inimitabile.

IMG_20170811_113642_137
Vista dal letto del soffietto
IMG_20170915_122009
Colazione con vista

La mattinata la passiamo in spiaggia, essendo scesi presto abbiamo la fortuna di goderci qualche ora di tranquillità fra le rocce, approfittiamo anche della piscinetta naturale che si è creata fra gli scogli con la bassa marea per entrare in acqua lievemente meno fredda.

IMG_20170811_145824
ultimi sguardi alla spiaggia prima di ripartire
IMG_20170811_150145
visione a 180° gradi della Praia

[nota: il ristorante della spiaggia dispone di bagno esterno e di docce a gettone]

3 pensieri su “VanTrip Summer 17 – Part 2 Tavira-Praia Dos Arrifes

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...